Che cosa è il campione?

Lavorare il campione non è mai uno spreco di tempo: il campione è forse un po’ noioso da fare, ma ti permetterà di affrontare il lavoro successivo con sicurezza ed eliminerà quasi tutti i rischi che tu debba poi disfare. Se il campione è fatto correttamente, infatti, sarà molto più difficile che il lavoro resti di una taglia sbagliata. Inoltre, facendo un campione puoi verificare se il filato si adatta al punto che vuoi usare. Ci sono filati bellissimi, per esempio, che rendono molto bene nel lavoro a maglia rasata, ma non altrettanto con i punti operati. Eseguire il campione, magari anche un paio di campioni, ti aiuterà a sbagliare meno sia nella scelta del filato che nella taglia. Il campione è una pezzuola che deve essere grande almeno 15×15 cm. Puoi lavorarla in diversi modi.

Se vuoi solo capire con che ferro lavorare, eseguila a maglia rasata. Per iniziare, guarda sull’etichetta del filato o sulle istruzioni del modello, lì troverai l’indicazione della tensione consigliata per il filato o indicata per il modello. Come regola generale, se per un modello la tensione consigliata è x, scegli un filato che sulla fascetta indica di poter essere lavorato a un campione simile. Per esempio, se il tuo modello chiede di essere lavorato a 22 maglie su 10 cm, puoi usare filati che in fascetta indicano di poter essere lavorati a 21-23 maglie su 10 cm. Non cercare di adattare un filato troppo diverso.

Come si lavora un campione?

vvia circa il doppio delle maglie indicate per il campione, o poco meno. Le maglie dei margini (sopra, sotto, ai lati) sono sempre un po’ storte, troppo strette o troppo larghe, per cui non possono essere considerate valide per la misura del campione. Per questo il campione deve essere generoso. Lavora con il ferro indicato nella fascetta o nel modello, quindi lava il campione. Quando sarà asciutto, misura 10 cm al centro del campione delimitandoli con due spilli e conta le maglie in quei 10 cm. Se le maglie sono pari a quelle indicate nel modello sei a cavallo. Se nei 10 cm centrali ha più maglie di quante indicate, lavora un secondo campione con un ferro più grosso. Se ne hai meno, lavora il secondo campione con un ferro più piccolo. Cerca comunque di lavorare più campioni, fino a centrare in maniera il più precisa possibile il campione indicato nel modello.

Se invece vuoi capire come rende il filato con un determinato punto devi fare il campione nel punto che vuoi usare. Per esempio, se vuoi farti un maglione a trecce Aran, lavorando il campione a trecce vedrai come risulta il lavoro con il filato scelto. Come ho detto prima, a volte il filato non concorda con i puoi che vuoi usare. Nel caso delle trecce può trattarsi di un filato troppo poco elastico, che rende le trecce troppo piatte, o con troppi colori o troppo peloso, che confonde la lavorazione. Il campione ti permetterà, in questo caso, di capire se il filato è adatto alla lavorazione e quindi se il capo verrà bene al solo costo di una pezzuola da 15×15 centimetri o poco più.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.